Fonti Islamiche

    1. home

    2. article

    3. Figlio di Oliver Stone accetta l’Islam

    Figlio di Oliver Stone accetta l’Islam

    Rate this post

    Sean Stone, il figlio di 27 anni, di Oliver Stone, regista di primo piano di Hollywood, ha detto in una conferenza stampa a Teheran che ha accettato l’Islam e ritiene che cristiani, ebrei e musulmani tutto il culto un dio.
    Ha aggiunto un altro nome al suo nome come segno della sua accettazione, egli è ora Sean Christopher-Ali Stone. Ali è il nome di musulmani sciiti il ​​primo Imam. Dice che prima di dedicarsi al Islam quando era al liceo. Oliver Stone, Sean Christopher, il padre di Ali è stato nominato per un Oscar 11 volte e ha vinto tre di loro. Sean è stato premiato Giovedi durante un programma lato della sezione al 30 Festival di Fajr International. La cerimonia in onore ha avuto luogo presso Azadi di Teheran Cinema con il Ministro della Cultura e della Guida islamica Mohammad Hosseini, ministro della Cultura Vice Cinematic Affari Javad Shamaqdari e segretario del festival di Mohammad Khazaei partecipare. Pietra convertito all’Islam presso il religioso sciita Ayatollah Mohammad Nasseri Dowlatabadi nella città di Isfahan la settimana scorsa. Dopo aver ricevuto il premio, Stone ha ringraziato gli iraniani e sperava di fare film congiunte per contribuire a migliorare le relazioni tra l’Iran e gli Stati Uniti, il servizio persiano di ISNA ha riferito il Venerdì. Egli ha inoltre spiegato sulle sue ragioni per accettare l’Islam e ha detto che come studente di storia, aveva studiato diverse religioni ed è stato a causa del suo interesse personale che ha scelto l’Islam, aggiungendo che in realtà, era l’Islam che lo aveva invitato. “La conversione all’Islam non intende abbandonare il cristianesimo o il giudaismo, con la quale sono nato. Vuol dire che hanno accettato Muhammad (S) e degli altri profeti, “Stone, la cui famosa padre è ebreo e madre cristiana, aveva detto a AFP la scorsa settimana. Pietra è venuto in Iran agli inizi di febbraio per partecipare al 30 Fajr International Film Festival, che si è conclusa il 12 febbraio. La cerimonia è proseguita con un breve discorso consegnato da Hosseini, in cui sperava Sean Stone avrebbe essere forte e stabile a sufficienza per lottare contro qualsiasi tipo di attacchi o aggressioni. “Se l’Islam si presenta come un simbolo di bellezza al mondo, tutti gli uomini sarebbero attratti”, ha detto, sottolineando che la pietra è stata la ricerca della verità e l’aveva scoperto qui. Hosseini ha anche espresso il suo grazie ai registi che hanno cercato più difficile quest’anno per contribuire alla realizzazione degli ideali della Rivoluzione islamica. La cerimonia è stata portata a termine rendendo omaggio ai gestori di alcuni studi cinematografici e teatri di tutta Teheran.

    3rr. blogfa. com