Fonti Islamiche

    1. home

    2. article

    3. Ebrei e cristiani possono salvarsi nella visione islamica?

    Ebrei e cristiani possono salvarsi nella visione islamica?

    • Mostafa Milani Amin
    • islamic-sources.com
    Rate this post

    – Domanda tratta da un gruppo di discussione cattolico:
    Ebrei e cristiani possono salvarsi nella visione islamica?

    – Risposta di Mostafa Milani Amin
    Certo. Che cosa lo impedirebbe?
    Prestate attenzione agli ultimi cinque versetti coranici delle quinta sura del sacro Corano (al-Ma’idah):
    116 E quando Allah disse: «O Gesù figlio di Maria, hai forse detto alla gente: “Prendete me e mia madre come due divinità all’infuori di Allah?”». Disse [allora Gesù]: «Subhānak ! Non è da me dire ciò che non ho il diritto [di dire]! Se lo avessi detto, Tu sicuramente l’avresti saputo. Tu conosci quello che c’è in me e io non conosco quello che c’è in Te. In verità, Tu sei lo ºAllāmu-l-ġuyūb
    117 Io non ho detto loro se non quello che Tu mi hai ordinato di dire, [e cioè] che: “Adorate Allah, mio Signore e vostro Signore”. E fui testimone su di loro finché fui tra loro. Ebbene, [da] quando mi ha preso [da loro], sei Tu il raqīb su di loro. E tu sei testimone su ogni cosa.
    118 Se li punisci, ebbene, in verità, essi sono Tuoi servi, e se li perdoni, ebbene, in verità, Tu sei lo ºAzīz [l’Invincibile], lo Ĥakīm [il Saggio]»
    119 Disse Allah: “Questo è il Giorno in cui gioverà ai sinceri la loro sincerità: avranno paradisi, sotto i quali scorrono i rivi, nei quali saranno eterni, [in cui vivranno] eternamente. Allah è soddisfatto di loro ed essi sono soddisfatti di Lui. Quella è la grande vittoria!”
    120 Appartiene ad Allah il dominio dei cieli e della terra e di ciò che è in essi, ed Egli è onnipotente.
    Come si può notare nel versetto 118 Allah dice:
    Se li punisci, ebbene, in verità, essi sono Tuoi servi, e se li perdoni, ebbene, in verità, Tu sei lo ºAzīz [l’Invincibile], lo Ĥakīm [il Saggio]»
    Quindi è possibile che alcuni cristiani vengano perdonati, se no Gesù non avrebbe mai detto ciò.
    Per gli ebrei vale la stessa cosa, perché non c’è alcuna ragione per discriminarli e trattarli diversamente dai cristiani.
    Ma la cosa fondamentale è la SINCERITA`. Saranno perdonati solo se avranno cercato in assoluta sincerità la verità e non saranno riusciti a conoscerla, nonostante tutti i loro sforzi. In questo caso, non saranno mandati all’inferno.
    In base a che cosa affermo ciò?
    Se si nota nel centodiciannovesimo versetto Allah dice:
    119 Disse Allah: “Questo è il Giorno in cui gioverà ai sinceri la loro sincerità…
    È questo il bandolo della matassa, la sincera ricerca della verità: “Il Giorno in cui gioverà ai sinceri la loro sincerità”. È questo il Giorno del Giudizio: il Giorno in cui gioverà ai sinceri la loro sincerità!

    * * * * *

    Ma avevo letto:
    “55….Allah disse: “O Gesù, ti porrò un termine e ti eleverò a Me e ti purificherò dai miscredenti. Porrò quelli che ti seguono al di sopra degli infedeli, fino al Giorno della Resurrezione. Ritornerete tutti verso di Me e Io giudicherò le vostre discordie.
    56. E castigherò di duro castigo quelli che sono stati miscredenti, in questa vita e nell’Altra, e non avranno chi li soccorrerà.
    57. Quelli che invece hanno creduto e operato il bene, saranno ripagati in pieno. Allah non ama i prevaricatori”.”
    Come si spiegano questi? Non sono in contrasto con quelli precedenti?

    * * * * *

    Quanto a questi versetti, è bene che tu faccia attenzione anche a quelli che vengono prima e dopo di essi:
    54 E [i giudei] insidiano e anche Allah insidia, [ma] Allah è il migliore degli insidiatori!
    55 [Ricorda] quando Allah disse: “O Gesù, in verità, io ti prenderò, ti eleverò a Me e ti purificherò da coloro che sono diventati miscredenti. Porrò quelli che ti seguono al di sopra di quelli che sono diventati infedeli, fino al Giorno della Resurrezione; poi ritornerete [tutti] verso di Me e allora Io giudicherò, fra voi, di ciò su cui dissentivate.
    56 Quanto poi a coloro che sono diventati miscredenti, li castigherò di duro castigo, in questa vita e nell’aldilà, e per essi non vi saranno soccorritori.
    57 A quelli che invece hanno creduto ed eseguito le rette azioni, [Allah] darà completamente le loro ricompense, e Allah non ama gli iniqui”
    È chiaro che qui il sacro Corano non si riferisce ai “SINCERI”, ma a quei cristiani ed ebrei e, in generale, a quei miscredenti “NON SINCERI”, in malafede, che pur sapendo di non sapere o pur sapendo di essere nel falso, si ostinano nel seguire il FALSO, e lo difendono con tutte le loro forze, deviando la gente e spargendo la corruzione sulla terra, esattamente come sta, ad esempio, facendo il criminale, razzista e genocida Regime di Tel Aviv. Perciò questi sono COLPEVOLI, e non degni di essere perdonati come lo sono i SINCERI.
    Quindi i versetti che ti ho citato non sono affatto in contrasto con quelli che mi hai ora citato tu.

    Per concludere ricordo che l’Islam è la Religione della Giustizia e della Misericordia, e il Profeta dell’Islam è “Misericordia per le Genti”, quindi nell’Islam ciò che guida è l’Amore e la Misericordia, e non l’Odio e la Vendetta. Infatti, il sacro Corano afferma: “E non ti abbiamo inviato se non come misericordia per tutte le genti” (XXI:107).