Fonti Islamiche

    1. home

    2. article

    3. Parte (16): sura Al-Baghara (Giovenca ), versetti 62-69

    Parte (16): sura Al-Baghara (Giovenca ), versetti 62-69

    Parte (16): sura Al-Baghara (Giovenca ), versetti 62-69
    Rate this post
    In nome di Dio, il Clemente, il Misericordioso. Salve e benvenuti all’appuntamento con il sentiero della luce. Iniziamo subito con la lettura del sacro Corano, e cioe` i versetti 62 e 63 della sura Baghara` o della Giovenca. Non mancate!
    إِنَّ الَّذِينَ آمَنُوا وَالَّذِينَ هَادُوا وَالنَّصَارَىٰ وَالصَّابِئِينَ مَنْ آمَنَ بِاللَّهِ وَالْيَوْمِ الْآخِرِ وَعَمِلَ صَالِحًا فَلَهُمْ أَجْرُهُمْ عِنْدَ رَبِّهِمْ وَلَا خَوْفٌ عَلَيْهِمْ وَلَا هُمْ يَحْزَنُونَوَإِذْ أَخَذْنَا مِيثَاقَكُمْ وَرَفَعْنَا فَوْقَكُمُ الطُّورَ خُذُوا مَا آتَيْنَاكُمْ بِقُوَّةٍ وَاذْكُرُوا مَا فِيهِ لَعَلَّكُمْ تَتَّقُونَ
    In verità coloro che credono, siano essi giudei, nazareni o sabei, tutti coloro che credono in Allah e nell’Ultimo Giorno e compiono il bene riceveranno il compenso presso il loro Signore. Non avranno nulla da temere e non saranno afflitti . E quando stringemmo il Patto con voi ed elevammo il Monte : “Tenetevi saldi a quello che vi abbiamo dato e ricordatevi di quello che contiene”! Forse potrete essere timorati!(2:62,63)
    Il versetto 62 e` forse uno dei piu` belli del Corano e ricorda che dinanzi a Dio, sono importanti la fede e poi le opere. Non c’e` differenza tra musulmani, cristiani o ebrei; la fede deve essere veritiera e generare quindi buone azioni. Una fede solo apparente non ha valore. Altro grande concetto che si puo` trarre dal versetto e` che il solo nome di musulmano, cristiano, ebreo o sabeo, non ha in se e per se alcun valore e cio` che importa e` la fede ed il comportamento degli uomini. Quindi 2 pilastri della felicita` , la fede e le opere buone sono ricordate nel Corano numerose volte e viene ricordato che tutti sono eguali davanti al Signore e che non verranno fatte differenze. La fede tra questi due pilastri e` la pre- condizione per la formazione dell’altro ; solo la fede c’e`, solo se l’uomo crede , le sue opere buone vengono prese in considerazione. Persino i profeti sono soggetti alla stessa regola e come viene spiegato nella sura Anam, “se i profeti divenissero miscredenti , tuttele loro buone opere verrebbero cancellate”. Tornado alla generalizzazione che il Corano fa in questo versetto, dobbiamo ricordare che in altri versetti il Corano invita i crisiani e gli ebrei ad accettare l’Islam come ad esemip il versetto 85 della sura Ale Imran ( la famiglia di Imran), che ricorda che chiunque scelga una religione all’infuori dell’Islam , cio` non verra` accettato da Dio. Dunque questo apparente contrasto con il versetto che abbiamo letto prima viene risolto in questo modo; il versetto 62 della Giovenca si rifersice agli ebrei e ai cristiani vissuti prima dell’arrivo dell’Islam. Indubbiamente se loro fossero stati presenti al tyempo dell’avvento di Mohammad ( la pace sia con lui) , avrebbero accettato la fede islamica, dato che secondo il Corano nei libri sacri originali dei cristiani ed ebrei, Tora ed Evangelo, vi era riportato il fatto che un profeta sarebbe venuto, e vi erano scritti anche particolari segni che avrebbero acconsentito di riconoscere il profeta dell’Islam. Ma sempre secondo il Corano, le parti riguardanti il nuovo profeta sono state variate, nascoste o cancellate da alcuni per questione di interessi mondani. Passiamo al versetto seguente dove si parla di uno dei miracoli ala quale assitirono i figli d’Israele e cioe` il fatto che Dio, innanlzo` fin sopra le loro teste il monte Tor. Ma secondo il versetto 64 che ora leggiamo
    ثُمَّ تَوَلَّيْتُمْ مِنْ بَعْدِ ذَٰلِكَ ۖ فَلَوْلَا فَضْلُ اللَّهِ عَلَيْكُمْ وَرَحْمَتُهُ لَكُنْتُمْ مِنَ الْخَاسِرِينَ
    Neanche questo miracolo servi` a persuadere questo popolo: ma poi volgeste le spalle, e senza la grazia di Allah e la Sua misericordia per voi, sareste certamente stati tra i perdenti.(2:64)
    Come ricorderete , fino ad ora ,nella sura dele Giovenca ,abbiamo appreso diversi tratti della storia dei figli d’Israele , i descendenti di Giacobbe(la pace sia con lui) . nonstante i miracoli che vennero mostrati loro, questa gente pecco` diverse volte, dando dispiacere ai profeti che vennero inviati tra di loro. Secondo ik versett iche abbiamo letto fino ad ora , molrte voilte Dio fu Misericordioiso con questa gente, come il caso del versetto 64 ed altre volte li castigo`. Ecco un’altra parte della storia dei figli d’Israele riportata nei versetti 65 e 66:
    وَلَقَدْ عَلِمْتُمُ الَّذِينَ اعْتَدَوْا مِنْكُمْ فِي السَّبْتِ فَقُلْنَا لَهُمْ كُونُوا قِرَدَةً خَاسِئِينفَجَعَلْنَاهَا نَكَالًا لِمَا بَيْنَ يَدَيْهَا وَمَا خَلْفَهَا وَمَوْعِظَةً لِلْمُتَّقِين
    Avrete saputo di quelli dei vostri che trasgredirono il Sabato ai quali dicemmo: “Siate scimmie reiette” .Ne facemmo un terribile esempio per i loro contemporanei e per le generazioni che sarebbero seguite e un ammonimento ai timorati.(2:65,66)
    Qui si parla di un altra questione riguardante i figli d’Israele. Iddio per metterli alla prova , proibi` loro di pescare il Sabato. Ma alcuin di questi che vivevano in riva al mare trovarono una via per raggirare la regola. Crearono dellevasche in riva al mare ed una volta entrativi i pesci , ne chiudevano l’entrata. Aspettavano che il Sabato finisse, e la Domenica, prendevano dall’acqua i pesci intrappolati il Sabato. Cio` li fece incorrere nell’ira del Signore, che trasformo` i peccatori , coloro che non avevano rispettato la regola del Sabato in delle scimmie.Questi versetti ci aiutano a capire che chi si prende gioco delle regole del Signore, deve anche aspettarsi una cattiva sorte. Ed ora siamo giunti ai versett iche hanno dato nome ala sura della Giovenca. Viene narrata la vicenda della Giovenca d’Israele. Ascoltiamo prima i versetti 67,68 e 69 e poi apprenderemo un riassunto della vicenda:
    وَإِذْ قَالَ مُوسَىٰ لِقَوْمِهِ إِنَّ اللَّهَ يَأْمُرُكُمْ أَنْ تَذْبَحُوا بَقَرَةً ۖ قَالُوا أَتَتَّخِذُنَا هُزُوًا ۖ قَالَ أَعُوذُ بِاللَّهِ أَنْ أَكُونَ مِنَ الْجَاهِلِينالُوا ادْعُ لَنَا رَبَّكَ يُبَيِّنْ لَنَا مَا هِيَ ۚ قَالَ إِنَّهُ يَقُولُ إِنَّهَا بَقَرَةٌ لَا فَارِضٌ وَلَا بِكْرٌ عَوَانٌ بَيْنَ ذَٰلِكَ ۖ فَافْعَلُوا مَا تُؤْمَرُونََالُوا ادْعُ لَنَا رَبَّكَ يُبَيِّنْ لَنَا مَا لَوْنُهَا ۚ قَالَ إِنَّهُ يَقُولُ إِنَّهَا بَقَرَةٌ صَفْرَاءُ فَاقِعٌ لَوْنُهَا تَسُرُّ النَّاظِرِينَ
    E quando Mosè disse al suo popolo:”Allah vi ordina di sacrificare una giovenca!”. Risposero:”Ti prendi gioco di noi?””Mi rifugio in Allah dall’essere tra gli ignoranti” . Dissero:”Chiedi per noi al tuo Signore che ci indichi come deve essere”. Rispose: “Allah dice che deve essere una giovenca né vecchia né vergine, ma di età media. Fate quello che vi si comanda! “.Dissero:”Chiedi per noi al tuo Signore che ci indichi di che colore deve essere”. Rispose:”Allah dice che dev’essere una giovenca gialla, di un colore vivo che rallegri la vista”.(2:67-69)
    Tra i figli d’Israeler una persona era stata uccisa e non si sapeva chi fosse l’assassino. La questione getto` discordiamtra le varie tribu` che s’incolparono a cvicenda dell’azione. A Mose` venne chiesto di giudicare e di fare giustizia. Egli ordino` di sacrificare una givenca e di mettere a contatto della pelle del morto parte del corpo della giovenca; facendo questo il mnorto sarebbe resuscitato ed avrebbe detto di persona chi fesse il suo assassino. Prima i figli d’Israele credettero uno scherzo le parole di Mose`, ma lui disse che prendere in giro la gente era azione da ignoranti e che lui non era tale. Quando i figli d’Israele capirono che la richiesta era seria , fecero diverse domande, non per capire qual’era la giovenca da sacrificare; per lo piu` per temporeggiare e cercare di evitare il sacrificio; insomma dei veri e propri capricci . da questa vicenda dobbiamo imparare che se un’ordine del Signore non era a nostro piacimento, non dobbiamo cercare di nasconderlo o cambiarlo. Dobbiam ocambiare noi stessi e sottometterci a cio` che il Signore ha voluto.
    Tag:, , ,