Fonti Islamiche

    1. home

    2. article

    3. Parte (33): sura Al Baghara (Giovenca), versetti 158-162

    Parte (33): sura Al Baghara (Giovenca), versetti 158-162

    Parte (33): sura Al Baghara (Giovenca), versetti 158-162
    Rate this post
    Ecco dunque il versetto 158 della sura della Giovenca, (AlBaghara):
    إِنَّ الصَّفَا وَالْمَرْوَةَ مِنْ شَعَائِرِ اللَّهِ ۖ فَمَنْ حَجَّ الْبَيْتَ أَوِ اعْتَمَرَ فَلَا جُنَاحَ عَلَيْهِ أَنْ يَطَّوَّفَ بِهِمَا ۚ وَمَنْ تَطَوَّعَ خَيْرًا فَإِنَّ اللَّهَ شَاكِرٌ عَلِيم
    Safâ e Marwa sono veramente segni di Allah e non ci sarà male alcuno se coloro che fanno il Pellegrinaggio alla Casa o la Visita, correranno tra questi due [colli]. Allah sarà riconoscente a chi si sarà imposto volontariamente un’opera meritoria. Allah è grato, sapiente.(2:158)
    Il pellegrinaggio alla Mecca, in pratica risale ai tempi del profeta Abramo (la pace sia con lui), che edifico` il sacro edificio della Kaaba. Col passare del tempo pero` ilpellegrinaggio, come anche la religione portata da Abramo (la pace sia con lui) , venne dimenticata dalla gente di Mecca che torno` al paganeismo e cambio` i riti del pellegrinare. L’Islam oltre a riportare al monoteismo ridiede vita ai veri epuri riti del pellegrinaggio a quella che e` considerata la Casa del Signore. Chiaramente non vuol dire che con questo termine i musulmani vogliono dire che Dio ha una casa; Dio non ha limiti e non ha posto specifico, questo sia chiaro , ma la Kaaba e` un posto sacro che Dio ha voluto che i fedeli visitino , almeno una volta nella vita. Dunque tra i riti del pellegrinaggio , il Hajj, vi e` anche correre tra Safa e Marwa, che sono due colli vicini alla Kaaba ed alla sacra moschea di Mecca . bisogn arecarsi da un colle all’altro non proprio in corsa ma neanche camminando; un acamminata veloce in altre parole. Nel periodo del paganeismo su questi due colli erano state costruite statue di dei . i primi musulmani, anche quando quelle statute vennero levate , ricordando il passato si rifiutavano di effettuare la corsa pensando che no nsraebbe stata gradita dal Signore. Invece il versetto che abbiamo appena letto , tolse dai loro cuori i dubbi ed il ritorno ad essere celebrato. Il verseto spiega che i due colli sono segni del Signore, forse anche perche` ricordano la vita dle grande profeta Abramo( la pace sia con lui) . infatti quando Abramo e la sua familia, cioe` sua moglie ed il suo figli neonato Ismaele( la pace sia con lui), giunsero a Mecca che era al tempo un’arido deserto , Abramo per ordine di Dio fu costretto a lasciar li` i suoi cari. La madre di Ismaele, Agar , in quel deserto arido cerco` acqua e camminando in fretta inizio` a cercare tra i due colli di Safa e Marwa`. A quel punto per ordine di Dio, da sotto le dita del piccolo Ismaele sgorgo` una sorgente , quella di Zam Zam.Questa vicenda spiega il motivo della lenta corsa tra questi due colli. Si vuole ricordare la sofferenza di Agar.Questo rito svolto dai fedeli , vuole testimoniare la riconoscenza del Signore per gli sforzi fatti dalla moglie di Abramo(la pace sia con lui) per mantenere in vita il figlio e cercare acqua per lui. Quando si svolge un’opera di bene, non bisogna farla pensando alle lodi della gente . colui che sa delle nostre opere, ovvero Dio, le ricompensera nei migliori dei modi. Ed ora il versetto 159:
    إِنَّ الَّذِينَ يَكْتُمُونَ مَا أَنْزَلْنَا مِنَ الْبَيِّنَاتِ وَالْهُدَىٰ مِنْ بَعْدِ مَا بَيَّنَّاهُ لِلنَّاسِ فِي الْكِتَابِ ۙ أُولَٰئِكَ يَلْعَنُهُمُ اللَّهُ وَيَلْعَنُهُمُ اللَّاعِنُون
    E coloro che dissimulano i segni e le direttive che Noi abbiamo rivelato, dopo che nel Libro chiaramente li esponemmo agli uomini… ebbene, ecco coloro che Allah ha maledetto e che tutti maledicono.(2:159)
    Secondo la maggior parte degli interpreti questo versetto si riferisce ai sapienti della religione ebraica e del Cristianesimo. Infatti secondo il Corano nei Libri di queste due religioni vi eranmo segni che parlavano dell’avvento del profeta dell’Islam, ma i sapienti di queste due religioni hanno nascosto questi segniinterrrompendo la guida divina che no nera divisa ma unica e che si e` manifestata in diversi periodi storici con l’invio di diversi profeti. Per quanto concerne il fatto di nascondere la verita` , se cio` viene svolto da persone ignoranti, la puninione per quest’atto non sara` pesante , ma se cio` viene svolto dai sapienti di un popolo e volontariamente , e`degno della peggiore delle punizioni. Nel versetto seguente pero` Dio ricorda che non tutti coloro di cui si parla nel versetto precedente , e cioe` i sapienti religiosi dell’ebraismo e de lcristianesimo, verranno puniti. Infatti dice il versetto 160:
    إِلَّا الَّذِينَ تَابُوا وَأَصْلَحُوا وَبَيَّنُوا فَأُولَٰئِكَ أَتُوبُ عَلَيْهِمْ ۚ وَأَنَا التَّوَّابُ الرَّحِيم
    Invece coloro che si sono pentiti e si sono emendati… da costoro Io accetto il pentimento. Io sono Colui che accoglie il pentimento, il Misericordioso.(2:160)
    Nella dottirna islamica non esiste mai un vicolo cieco o una situazione alla quale non si possa rimediare . tutti , in qualsiasi condizione si trovino possino imboccare la via della salvezza. Pentirsi veramente pero` signidica anche cercar di rimediare ai propri peccati. Chi ha occultato la verita`deve rimediare diffondendola. Ed ora i versettik 161 e 162 della sura AlBaghara`, la Giovenca:
    إِنَّ الَّذِينَ كَفَرُوا وَمَاتُوا وَهُمْ كُفَّارٌ أُولَٰئِكَ عَلَيْهِمْ لَعْنَةُ اللَّهِ وَالْمَلَائِكَةِ وَالنَّاسِ أَجْمَعِينخَالِدِينَ فِيهَا ۖ لَا يُخَفَّفُ عَنْهُمُ الْعَذَابُ وَلَا هُمْ يُنْظَرُونَ
    E i miscredenti che muoiono nella miscredenza, saranno maledetti da Allah, dagli angeli e da tutti gli uomini.Rimarranno in questo stato in eterno e il castigo non sarà loro alleviato, né avranno attenuanti. (2:161,162)
    In pratica i nquesti versetti si ricorda che coloro che sono miscredenti, hanno tempo per ritornare sulla retta via fin prima della morte e che se qualcuno morira` da miscredente , sara` maledetto dal Signore. Una delle preghiere dei profeti e degli uomini prescelti di Dio, era quella di mrire con la fede.Cari amici, siamo giunti al termine del tempo messo a nostra disposizione ma prima di lasciarvi vi vogliamo ricordare alcune delle conclusioni tratte dalla lettura di oggi:1- se i luoghi sacri come le moschee ed ecc… vengono frequentati da persone peccatrici che magari modificano anche il giusto modo di pregare e di effettuare i riti religiosi, i veri fedeli no ndevono scoraggiarsi e non devono lasciare questi luoghi; anzi devono rafforzare la propria presenza in modo da difendere i riti ed impedire che questi vengono modificati da persone ingiuste2- i luoghi sacri dove si sono verificate le vicende della vita dei profeti o dove sono stati fatti dei miracoli, come Safa e Marwa di cui vi abbiamo parlato, sono importanti e bisogna prenderesi cura di questi posti e ricordarli in modo da mantener vivo anche il ricordo dei profeti e delle loro buone oipere.3- Nascondere la verita` e uno dei peccati peggiori. Persino la coscienza di chi svolge tale peccato lo maledice.4- Dio ha dato a tutti, persino i peccatori, la possibilita`di pentirsi e di ritornare sulla retta via. Per incoraggiare al pentimneto ricorda di essere Colui che accetta il Pentimneto, il Perdonatore.5- E` molto importante essere fedeli ed avere l’anima pulita nel momento della morte . pertanto bisogna fare in fretta se si vogliono rimediare i peccati e ci si vuole pentire . nessuno sa del suo domani e la morte potrebbe essere dietro l’angolo.Al termine salutiamo tutti voi , vi ringraziamo per l’attenzione e ci auguriamo che Dio ci dia la sapienza e la conoscenza necessaria per raggiungere la felicita`.