Fonti Islamiche

    1. home

    2. article

    3. Risposta ad un’obiezione

    Risposta ad un’obiezione

    Risposta ad un’obiezione
    Rate this post

    Il Bukhari narra che Alì bin Abi Talib disse ad Abu Bakr:

     

    “Ma tu nella Questione(*) [del Califfato] ti sei comportato da tiranno con noi, mentre noi crediamo di avere almeno una parte [nel califfato, nella successione del Profeta], a causa della stretta parentela che abbiamo con lui”
    Il Bukhari aggiunge che quando Alì disse queste parole, Abu Bakr iniziò a versare lacrime”
    (Sahih del Bukhari, 82/5, Libro delle Battaglie, Capitolo della Battaglia di Khaybar)

     

    ولكنّك استبددت علينا بالأمر وكنّا نرى لقرابتنا من رسول اللّه صلى اللّه عليه وسلم نصيباً
    حتّى فاضت عينا أبى بكر
    (صحيح البخارى: 5/82، كتاب المغازي، باب غزوة خيبر)

     

    (*) Alcuni affermano che qui Alì, con l’espressione بالامر (la Questione), si riferisca all’usurpazione della proprietà di Fadak da parte di Abu Bakr ai danni di Fatima e dell’Ahlulbayt.
    Per noi è chiaro come il sole che qui Alì si riferisca alla più importante questione dell’usurpazione del califfato, ma siccome alcuni hanno sollevato violente critiche tacciandomi di menzogna, ho messo tra parentesi l’espressione “del Califfato”, perché il mio intento nello scrivere questo post, non era quello di dimostrare l’usurpazione del califfato da parte di Abu Bakr, facilmente dimostrabile con ancora più chiare prove che avrò in futuro modo di presentare ai gentili lettori, ma solo quello di dimostrare che Abu Bakr si comportò da tiranno con Alì e con la Famiglia del Profeta, almeno nella questione dell’Eredità di Fadak.

     

    Ora fate attenzione a quanto segue, preso da uno dei più autorevoli siti di fonti sunnite del WEB, e cioè www.sunnah.com

     

    La contestata frase in esame viene tradotta così da questa autorevole fonte sunnita.

     

    DAL MUSLIM: http://www.sunnah.com/muslim/32/61

    وَلَكِنَّكَ اسْتَبْدَدْتَ عَلَيْنَا بِالأَمْرِ وَكُنَّا نَحْنُ نَرَى لَنَا حَقًّا لِقَرَابَتِنَا مِنْ رَسُولِ اللَّهِ صلى الله عليه وسلم

    …but you have done it (assumed the position of >>> Caliph <<<) alone (without consulting us), and we thought we had a right (to be consulted) on account of our kinship with the Messenger of Allah (ﷺ).

     

    DAL BUKHARI: http://www.sunnah.com/bukhari/64/278

    وَلَكِنَّكَ اسْتَبْدَدْتَ عَلَيْنَا بِالأَمْرِ، وَكُنَّا نَرَى لِقَرَابَتِنَا مِنْ رَسُولِ اللَّهِ صلى الله عليه وسلم نَصِيبًا.

    …but you did not consult us in the question of the >>> rule <<< and we thought that we have got a right in it because of our near relationship to Allah’s Messenger (ﷺ) .

     

    Prescindendo dal fatto che il verbo اسْتَبْدَدْتَ sia stato tradotto in modo attenuato dando ad esso il significato di “fare di testa propria senza consultarsi”, invito i lettori a notare come la contestata frase dell’hadith si riferisca proprio alla questione del Potere, dello Stato, del Califfato.

     

    Dunque in questo hadith, narrato sia dal Bukhari che dal Muslim, Ali bin Abi Talib contesta ad Abu Bakr di non averlo tenuto in considerazione nella Questione del Califfato, e di aver deciso la cosa senza consultarsi con lui e senza renderlo partecipe di questa importante questione, che poi ha infatti creato profonde divisioni in seno alla Ummah Islamica.