Fonti Islamiche

    1. home

    2. book

    3. Non colpevole a Norimberga

    Non colpevole a Norimberga

    Non colpevole a Norimberga

    • Carlos Whitlock Porter
    • -
    • -
    download

      Download

    Non colpevole a Norimberga
    Rate this post
    description book specs comment

    La revisione della storia è vecchia quanto la storia stessa.

    Gli Annali di Tacito (vx, 38) accennano ad esempio ad una “diceria” secondo la quale Nerone avrebbe incendiato Roma. Questa “diceria” fu ripetuta da altri storici romani come un “fatto certo” (Suetonio, Nero, v 38; Dione Cassio, Epistulae, lxii 16; Plinio il Vecchio, Naturalis Historia, xvii 5).

    Poi gli storici posteriori misero in dubbio questo “fatto certo”, e lo relegarono a semplice “diceria”.

    Nel 1946 fu considerato come un “fatto certo” che i nazisti avevano fabbricato sapone con il grasso umano (I 252 [283]; VII 597-600 [656-659]; XIX 506 [566-567]; XXII 496 [564]).

    Poi gli storici posteriori misero in dubbio anche questo “fatto certo” e lo relegarono a semplice “diceria”. (R. Hilberg, The Destruction of the European Jews, edizione definitiva riveduta, Holmes and Maier, New York 1985, p. 966: “Fino ad oggi, l’origine della diceria del sapone umano resta ancora sconosciuta.”)

    Questa “diceria” è di origine sovietica (prova URSS 393). Al Palazzo della Pace de L’Aia c’è un grande vaso di presunto “sapone umano”, che però non è mai stato sottoposto ad una perizia medico-legale. I funzionari del Palazzo lo mostrano ai turisti sbalorditi, ma, a quanto pare, non rispondono alle lettere delle persone che vorrebbero farlo sottoporre ad un esame scientifico.

    Nel 1943 si diffuse la “diceria” che i nazisti uccidessero gli Ebrei in camere a vapore, elettriche, a vuoto d’aria e a gas (vedi ad es. The Black Book: The Nazi Crime Against the Jewish People. Jewish Black Book Committe, New York 1946, pp. 270, 274, 280, 313. Questo libro fu presentato come “prova” alla commissione del processo di Norimberga).

    Nel 1946, le “camere a gas” si trasformarono in un “fatto”, mentre le camere a vapore, elettriche, e a vuoto d’aria, rimasero mere “dicerie”. (N.B.: le “camere a vapore” furono “confermate” al processo contro Oswald Pohl, NMT IV 1119-1152).

    Tuttavia le “prove” secondo le quali i nazisti avrebbero ucciso Ebrei in camere a gas non sono migliori — per quanto riguarda la loro fondatezza — delle “prove” relative all’uccisione di Ebrei in camere a vapore, elettriche, e a vuoto d’aria, perciò ci sembra legittimo mettere in dubbio tali “prove”.

    Questo libro non costituisce una “revisione” della storia, ma piuttosto una semplice guida ad un materiale storico che è stato dimenticato. Le 312.022 dichiarazioni giurate autenticate che furono presentate dalla difesa al processo di Norimberga sono state dimenticate, ma le 8 o 9 dichiarazioni giurate dell’accusa che le avrebbero “confutate” tutte (IMT XXI 437 [483]), vengono ancora ricordate.

    Questo libro contiene molti riferimenti alle pagine di atti processuali: non li adduciamo per confondere il lettore, per impressionarlo o per intimidirlo, né per dimostrare la veridicità delle dichiarazioni processuali, bensì semplicemente per aiutare il lettore interessato a reperire cose degne di nota. Sarà il lettore a giudicare se le argomentazioni della difesa sono più credibili delle “prove” dell’accusa, come ad esempio quella del sapone fabbricato con grasso umano (documento URSS 397), dei calzini fatti di capelli umani (documento URSS 511) o degli hamburgers di carne umana (processo di Tokio, prova n. 1873).

    N.B.:

    IMT = International Military Tribunal (il grande processo internazionale di Norimberga in quattro lingue)

    NMT = National Military Tribunal (i 12 processi americani di Norimberga in inglese)

    Salvo indicazione contraria, le pagine menzionate in questo libro si riferiscono all’edizione americana degli atti del IMT.

    [ ] = impaginazione tedesca.

    • Carlos Whitlock Porter
    • -
    • -